self help

Invitiamo INCLUSIONE// Invite INCLUSION

8FB4AF34-BAC1-4131-9139-513B909638F4.jpg

ITALIANO

Nel momento in cui includiamo noi stessi nella totalita’, capiamo davvero la bellezza e l’importanza della nostra vita.

Cogliamo una verita’ intrinseca in noi che contiene l’essenza della pratica yoga: il fatto fondamentale che non c’e’ separazione tra noi  e il resto del mondo e se vogliamo progredire nella nostra evoluzione spirituale in questa vita, dobbiamo sostituire la parola IO con la parola NOI. 

1991. Ho otto anni ed e’ il primo giorno in una scuola nuova. Non conosco un nessuno, solo il sorriso e’ la mia unica sicurezza. Ne ho cosi di bisogno. Allungo la mano, faccio un sorriso. Ecco creata quella connessione. Inclusione. 

Invitiamo INCLUSIONE nella pratica e nella vita. 

Quando il dubbio, la rabbia, la noia e le difficolta’ si fanno sentire, come possiamo essere inclusivi? 

Avviciniamoci a cio’ che ci fa stare bene. Apriamo per primi una conversazione che puo’ elevare l’altro. Accettiamo la nostra grandezza prendendoci cura di noi stessi, come se fossimo la cosa piu’ importante della nostra vita- perche’ infatti e’ cosi.

Abbandoniamo l’idea che non siamo speciali, perche’ difatti lo siamo come lo sono le altre persone che ci circondano. Espandiamo il nostro EGO perche’ i nostri confini, la nostra individualita’ puo’ essere molto piu’ vasta e piena. 

Vivere in modo mediocre non e’ lo stile di vita yogico. Chiudersi nella falsa idea di sicurezza che l’ego ci da, quando si dimentica l’importanza della totalita’, e’ il precludersi liberta’, gioia ed il vero motivo per cui siamo qui: goderci a pieno il momento presente.

Allora mi chiedo: come posso stare aperta? Come posso rimanere sensibile abbastanza da ricordarmi che tutto cio’ che faccio, studio e pratico ha un valore piu’ grande della mia esistenza singola? E come faccio a costruire un rifugio al mio interno che sia sempre presente e che non diventi un muro che mi separa dal resto?

Chiediamo ogni giorno una nuova collaborazione, un nuovo insegnamento, la capacita’ di rimanere curiosi. 

Pratichiamo agilita’ nel corpo e nello spirito, capendo che cio’ su cui ci concentriamo si amplifica e cio’ che non vediamo sparisce. 

Onoriamo i nostri insegnanti e insegnamenti, la nostra verita’ e cio’ che sentiamo nostro, perche’ ci eleva e non perche’ ci separa. 

Diamoci dei parametri che ci aiutino a capire la trasformazione necessaria per restare nel presente, dove possiamo davvero trovare quell’amore che ci fa ricordare che l’oceano e’ formato da tantissime altre gocce, di cui ne portiamo l’essenza.

ENGLISH

When we consider ourselves completely, we truly understand the beauty and importance of our life. We grasp an intrinsic truth in us that contains the essence of yoga practice. 

The fundamental fact is that there is no separation between us and the rest of the world, and if we want to progress in our spiritual evolution in this life, we must replace the word “I” with the word “We.”

1991. I was eight years old and it was the first day in a new school. I didn't know anyone. A smile was my only security. I needed a connection so much. I reached out my hand and smiled. A connection was created. Inclusion.

WE INVITE inclusion in practice and in life.

When doubt, anger, boredom and difficulties are felt, how can we be inclusive?

Let's get closer to what makes us feel good. Let's open first a conversation that can elevates the other. We accept our greatness by taking care of ourselves, as if we were the most important thing in our lives - because in fact it is like this.

We abandon the idea that we are not special, because in fact we are special like all the other people around us. We expand our EGO because our borders, our individuality can be much wider and fuller.

Living in a mediocre way is not the yogic lifestyle. Closing ourselves in the false idea of security that the ego gives us, when we forget the importance of totality, is what prevents us from touching our freedom, joy and the real reason why we are here: to fully enjoy the present moment.

So I wonder, how can I stay open? How can I remain sensitive enough to remember that everything we do, study and practice has a greater value than anyone’s single existence? And how can I build a refuge within me that is always present and does not become a wall that separates me from the rest?

Every day may we ask for a new collaboration, a new teaching, the ability to remain curious.

We practice agility in body and spirit by understanding that what we focus on is amplified and what we do not see disappears.

We honor our teachers and teachings, truth and share what we feel is ours…because that elevates and is inclusive.

Let's give ourselves some parameters to help us understand the transformation needed to stay in the present, where we can really find that love that reminds us that the ocean is made up of many other drops, of which we bear the essence.

Il corpo e' un tempio: pratiche di accettazione e guarigione del tuo corpo// Your body is a temple: practices to accept and heal your body

ITALIANO

Parliamoci chiaro: quando diciamo di onorare il nostro corpo cosa intendiamo?

Quante volte abbiamo sentito la frase: il corpo e’ un tempio, anche prima che diventassimo yogi e yogini, imprenditrici spirituali e appassionate di wellness.

Poi un giorno questo concetto ha cliccato! Per me e’ stato il momento in cui ho deciso che il mio disordine alimentare doveva smetterla di rovinarmi la vita. Non e’ stato un taglio drastico, perche’ ormai si sa, che quando si ha una malattia di dipendenza che sia cibo, immagine, sostanze tossiche, fumo, zucchero, alcohol, sesso e quant’altro, dietro c’e’ un problema piu’ profondo che richiede un percorso guidato per riequilibrare la mente, ma anche lo spirito e di sicuro acquistare un bel po’ di autostima.

Ci sono poi tantissimi livelli da affrontare ed esplorare nel cammino di guargione interiore ed  esteriore ( inutile dirti che le due cose sono connesse, ormai non e’ piu’ un segreto ;) ed avere dei professionisti,un team personale - dipende dove sei nella tua guarigione- che ti aiuti e’ fondamentale!

E poi non so se ti e’ sfuggito questo particolare, ma in realta’ ’una volta  iniziato questo percorso non termina piu’:) e questo perche’? Perche’ possiamo sempre ricaderci e se inizi pensando di essere il “paziente” perfetto, allora devi lasciare andare anche questa di dipendenza…

Se queste sono le premesse chi me lo fa fare puoi dire tu? E’ semplice: la voglia di stare bene.

Parliamoci chiaro my friend: se sei dipendente da qualcosa oppure hai dei limiti e paure che non riesci a superare che ti fanno agire in modo distruttivo, oppure continui a giudicare  aspetti di stesso che potrebbero essere migliori, ma non fai nulla per cambiare, allora c’e’ qualcosa che non ti fa stare sereno ed invece di vedere il tuo corpo come un tempio lo vedi come una discarica!

Che fare?

1-COLTIVA LA BUONA VOLONTA’: nota che non ho usato la parola FORZA.

Non c’e’ forza che resiste la BONTA’ e la volonta’ di vederti dentro e fuori con compassione e perdono, non chiudendo gli occhi, e’ cio’ che ti da la forza per continuare nel tuo percorso

2- AFFIDATI AL TUO TEAM DI SUPPORTO: terapeuta, insegnante di yoga, nutrizionista, team di angeli e spiriti che ti supportano nel tuo percorso sono alcune delle fonti da cui puoi imparare a prenderti davvero cura di te.

Per non parlare di te stesso: sei  tu il tu piu’ grande insegnante. Inizia ad ascoltare il tuo corpo! Cosa ti dice? Come ti parla? Ricorda che come parli al tuo corpo, lui ti risponde… stay soft! E soprattutto che azioni prendi durante il giorno quando sai che tutto questo ti supporta?

3- CREA DEI RITUALI DI BENESSERE:

oli essenziali ( ecco qui il mio link), vitamine, pratiche di fitness, yoga, meditazione (se ti interessa ricevi le 4 pratiche gratuite del mio metodo completo di salute e benessere the Rise club) , bagni di luce, bagni di foresta, bagni con sali e tanta bellezza… circondati di cose belle!

4- CUCINA i tuoi pasti: quante volte mangi fuori o vai al ristorante in una settimana?

Ci metti del colore di verdure di stagione, semi, noci e nocciole nel tuo piatto oppure la pasta e il pane sono in predominanza? A cosa pensi quando cucini?

5- RINGRAZIA IL TUO CORPO  che continua a cambiare e che ti e’ stato dato in questo universo, ora, adesso!

La scienza e la spiritualita’ hanno trovato un campo in comune: la fisica quantistica. Nulla e’ fermo, siamo un flow, e proprio per  questo abbiamo la possibilita’ di creare la nostra realta’ ogni giorno in modo diverso, ad un’ alta vibrazione.  Abbiamo sempre un’ opportunita’ di rinascita!

C’e’ una ragione per cui tu sei qui. Il tuo corpo e’ il mezzo per cui riesci a fare tutto cio’ che  fai.

Apprezzare il proprio corpo e’ importantissimo, invece di accorgersene solo quando qualcosa non va.

ENGLISH

What does honoring the body has to do with wellness? Everything!

How many times have we heard the phrase, “The body is a temple.” Maybe even before we became yogis and yogini, spiritual entrepreneurs and wellness enthusiasts.

Then one day this concept clicked! For me it was the moment when I decided that my eating disorder had to stop ruining my life. It was a deep journey of healing that involved many different layers of myself.

By now, we know that when there is an addictive disease related to food, image, toxic substances, smoke, sugar, alcohol, sex and so on, there are deeper problems that require a guided path to rebalance the mind and spirit with a lot of self-worth work.

There are so many levels to be faced and explored in the journey of internal and external healing (needless to say that the two things are totally connected) and to have professionals that helps you is essential especially if you just started your healing journey.

Once you start on this route, it never ends :) and why? Because healing is an endless journey, and if you start thinking about being the perfect "patient" or achieving a specific goal, then you have to let go of that addiction too ...

If these are the premises, so why do it ? It's simple: to feel good and happy!

Let's face it my friend: if you are addicted to something or you have limits and fears that you can't overcome that make you act destructively, or you continue to judge what could be better, but you do nothing to change, then something does not make you feel serene. Instead of seeing your body as a temple you see it as a dump!

What to do?

1-CULTIVATE THE WILLINGNESS TO HEAL: note that I did not use the word FORCE.

There is no strength that resists the goodness and the willingness to look inside and outside ourselves with compassion and forgiveness, without closing down. That is what gives the momentum to continue your evolution path.

2- TRUST YOUR SUPPORT TEAM: therapists, yoga teachers, nutritionists, the team of angels and spirits who support you on your journey are some of the sources from which you can learn to really take care of yourself.

Not to mention you my friend! You are your greatest teacher. Start listening to your body! What does she say to you? How does she talk to you? Remember that as you talk to your body, she answers you ... stay soft! And above all, what actions do you take during the day when you know that all this supports you?

3- CREATE WELLNESS RITUALS:

essential oils (here is my link), vitamins, fitness practices, yoga, meditation (if you are interested in receiving the 4 practices of my complete health and wellness method the Rise club), baths of light, forest baths, baths with salts and so much beauty ... surrounded by beautiful things!

4- COOK your meals: how often do you eat a home cooked meal? How many times do you go to a restaurant in a week?

Do you have colors on your plate from seasonal vegetables, seeds, nuts or do pasta and bread predominate the all dish? What do you think about when you cook?

5- THANK YOUR BODY that continues to change and has been given to you in this universe, now!

Science and spirituality have found a common field: quantum physics. Nothing is still, we are a flow, and for this reason we have the possibility for creating our reality every day in a different way, at a high vibration. We always have a chance of rebirth!

There is the reason why you are here. Your body is the means by which you can do everything you do.

Appreciating one's body is very important instead of noticing it only when something is going wrong with it. I hope I can help you get back in touch with yourself.

Cosa vuol dire vivere nel FLOW e perche' e' essenziale... // What does it mean to live in the flow and why it matters...

IMG_3144.jpeg

E allora com’è andata la prima settimana dell’anno nuovo? Tornati dalle vacanze? Oggi voglio parlarvi del concetto di flow.


Per vivere al meglio dobbiamo essere a allineati con il flusso e la vibrazione della nostra vita.


Questo è un concetto chiave perché specialmente in occidente, pensiamo che il flow funzioni solo quando le cose vanno per il verso giusto e che la vita debba sempre andare come vogliamo noi.


Ma non è così. La vita è fatta di alti e bassi. Stare nel flow significa avere un senso di elasticità mentale, fisica e spirituale che ci porta a stare bene in tutte le occasioni.


Anche quando le cose non vanno proprio per il nostro verso, avere una pratica spirituale e mentale ci aiuta ad affrontare questi momenti.La pratica yoga è una pratica spirituale anche se ci rivolgiamo al corpo: non dimentichiamoci che il nostro corpo fisico riflette tutte le emozioni e che i pensieri che hanno una carica energetica che influenza il corpo fisico.


Con la pratica yoga e il flow possiamo raggiungere contentezza in tutte le situazioni e valutare che i momenti difficili o gli scogli che possiamo incontrare per raggiungere il nostro piattini ci dà forza e ci permettono di sviluppare.


Mi piace pensare che il tappetino yoga è una zona in cui possiamo praticare tutto ciò che affrontiamo nella vita in privato, nel nostro spazio. In questo modo possiamo capirci, conoscerci e avere più consapevolezza di chi siamo, dove andiamo e cosa vogliamo fare della nostra vita.

Il flow può essere considerato una preghiera in movimento. La preghiera non è solo un chiedere qualcosa quando non lo abbiamo, ma è apprezzare il momento presente.


Sono felicissima di poter condividere con te con l’inizio di quest’anno nuovo una pratica di sette giorni Per capire e approfondire il concetto di Flow con lo yoga, l’intenzione e il respiro.


Entra a far parte del club cliccando il bottone qui sotto e iscrivendoti a questo corso essenziale di yoga e dove pratichiamo uno yoga dinamico per tutti livelli e dove ti darò le basi per portare il flusso di energia positiva nella tua vita e vivere al meglio ogni giorno innalzando la tua vibrazione.


ENGLISH

So how was the first week of the new year? Returned from the Holidays? Today I want to talk to you about the concept of flow.

To live better we must be aligned with the flow and vibration of our life.

This is a key concept because especially in the West, we think that the flow works only when things are going right and that life should always go the way we want.

But is not so. Life is made of ups and downs. Being in the flow means having a sense of mental, physical and spiritual flexibility that leads us to feel at peace in all occasions.

Even when things are not right for ourselves, having a spiritual and mental practice helps us to deal with these moments. Yoga practice is a spiritual practice even if we turn to the body: let's not forget that our physical body reflects all the emotions and that thoughts that have an energetic charge that affects the physical body.

With the practice of yoga and flow we can achieve contentment in all situations and evaluate that the difficult moments or the rocks must climb to reach our plateaus give us strength and allow us to develop.

I like to think that the yoga mat is an area in which we can practice everything we face in life in private, in our space. In this way we can understand each other, know each other and have more awareness of who we are, where we go and what we want to do with our lives.

Flow can be considered a prayer in movement. Prayer is not just asking for something when we do not have it, but it is appreciating the moment.

I am delighted to be able to share a seven day practice with you at the beginning of this year. To understand and deepen the concept of Flow with yoga, intention and breath.

 
Privacy Policy